Risultati e Classifiche

Banner
 
18
Nov
2010
Regolamento Torneo Esordienti e Pulcini PDF Stampa E-mail
Campionati Provinciali - Scuola Calcio 2010/11
Scritto da Webmaster   

L’attività delle categorie di Base (“Piccoli Amici”, “Pulcini” ed “Esordienti”):

·     ha carattere eminentemente promozionale, ludico e didattico;
·     viene organizzata su base strettamente locale;
·     viene suddivisa in due fasi: quella autunnale e quella primaverile (all’inizio della fase primaverile è possibile iscrivere nuove squadre),
·     le Società possono partecipare ai tornei previsti per queste categorie con una o più squadre;
·     le formazioni possono essere composte da soli bambini, da sole bambine o possono essere anche miste;
·     nell’elenco da presentare all’arbitro, ogni squadra deve inserire il numero più ampio possibile di bambini/e, in relazione al numero dei propri tesserati.
·     gli incontri consistono in una partita, alla quale partecipa il numero di calciatori previsto per quella specifica attività;
·     considerato il prevalente valore promozionale di quest’attività, si devono sensibilizzare le Società, i Dirigenti, gli Allenatori, i Giovani Calciatori ed i Genitori a considerare fondamentali per una corretta crescita globale dei bambini/e la qualità delle caratteristiche tecnico-organizzative, i metodi didattici e la positività in generale dell’ambiente societario in cui si opera.
Le Delegazioni della LND territorialmente competenti, organizzano, in conformità agli indirizzi fissati dal Settore Giovanile e Scolastico, uno o più tornei della durata complessiva di almeno tre mesi, a verifica dell’attività effettivamente svolta dalle Società. Inoltre, tenendo conto della realtà nella quale operano, al fine di organizzare un’attività più omogenea sotto il profilo tecnico-didattico, devono, per quanto possibile, suddividere le squadre all’interno dei gironi per fasce d’età. Pertanto è opportuno che le Società, al momento dell’iscrizione ai Tornei Federali, presentino l’elenco nominativo dei componenti la squadra, dal quale si evinca l’anno di nascita di ciascun bambino/a. In caso di necessità, le Delegazioni della LND territorialmente competenti possono inserire nel medesimo girone due o più squadre di una stessa Società. Si ricorda, infine, che è assolutamente vietato che un giocatore partecipi nella stessa giornata solare a due gare di Torneo. Data l’età è opportuno che i/lebambini/e non disputino più di una gara nelle giornate del sabato e delladomenica della stessa settimana.
La presente norma è valida sia nell’eventualità che le squadre di una stessa società siano inserite in gironi diversi, sia nel caso in cui siano inserite nel medesimo girone.
 
MODALITÀ di SVOLGIMENTO DELLE GARE
Gli incontri tra le squadre devono essere svolti seguendo le indicazioni previste per ciascuna categoria e fascia d’età, così come indicato nella specifica circolare esplicativa dell’attività delle categorie di base (“Piccoli Amici”, “Pulcini” ed “Esordienti”), diramata dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, a seguito di apposita delibera del Consiglio Direttivo. A tal proposito si ribadisce che nella categoria “Piccoli Amici” gli incontri tra le Società devono essere svolti prevedendo il coinvolgimento di più Società contemporaneamente, e comunque con gruppi il più possibile numerosi in relazione alle possibilità organizzative dell’evento e della disponibilità della struttura nella quale viene disputato l’incontro. Si evidenzia che tali incontri devono prevedere, oltre alle partite tra 2, 3, 4 o al massimo 5 giocatori, lo svolgimento di giochi e attività ludica con e senza palla.
Nella categoria “Pulcini”, a seconda della fascia d’età considerata, le gare devono essere disputate attraverso partite tra 7 calciatori per squadra, così come indicato nella tavola riassuntiva e nell’allegato n°2.
Nella categoria “Esordienti”, a seconda della fascia d’età considerata, le gare devono essere disputate attraverso partite tra 7 o 11 calciatori per squadra, così come indicato nella tavola riassuntiva e nell’allegato n°2.
Si precisa, inoltre, che per ciascuna categoria o fascia d’età sono state previste apposite modifiche regolamentari e normative, che vengono di seguito elencate:
 
Categoria Pulcini:
·     non è previsto fuorigioco;
·     al portiere è concesso utilizzare le mani, dopo retropassaggio di piede da parte di un compagno;
·     possono essere utilizzati palloni in gomma (meglio se di doppio o triplo strato).
 
Categoria Esordienti:
·     nel gioco 7c7, in via facoltativa e previo accordo tra le società, il “fuorigioco” è previsto solo negli ultimi 13 metri (ovvero tra il limite dell’area di rigore e la linea di fondocampo), e non come contemplato dal “Regolamento del Giuoco del Calcio” (ossia dalla linea di centrocampo);
·     nel gioco 11c11 valgono tutte le regole del calcio a 11 (fuorigioco, retropassaggio al portiere, ecc.).
 
RISULTATO DELLE GARE
Per quanto riguarda il risultato di ciascuna gara, in entrambe le categorie (Pulcini ed Esordienti) i risultati di ciascun tempo di gioco devono essere conteggiati separatamente.
Pertanto, a seguito del risultato acquisito nel primo tempo, il secondo tempo inizierà nuovamente con il risultato di 0-0 (stessa cosa vale per il terzo) ed il risultato finale della gara sarà determinato dal numero di mini-gare (tempi di gioco) vinte da ciascuna squadra (1 punto per ciascun tempo vinto o pareggiato).
Nel ribadire, quindi, che il risultato della gara nasce dalla somma dei risultati dei tre tempi (e che, pertanto, ogni tempo non costituisce gara a sé, ma minigara), si rimanda, per le diverse combinazioni di risultato finale, all’apposita tabella esemplificativa riportata qui di seguito:
 
COMBINAZIONI di RISULTATO FINALE
Pareggio in tutti e tre i tempi della gara:                                     risultato finale   3-3
Due tempi in pareggio ed un tempo vinto da una delle due squadre:                     3-2
Un tempo in pareggio e due tempi vinti da una delle due squadre:                        3-1
Vittoria della stessa squadra in tutti e tre i tempi:                                                           3-0
Una vittoria a testa ed un pareggio nei tre tempi:                                                2-2
Due vittorie di una squadra ed una vittoria dell’altra nei tre tempi:              2-1
 
TIME OUT
In entrambe le categorie è possibile ed opportuno l’utilizzo di un Time-out della durata di 1’ per ciascuna squadra, nell’arco della stessa gara.
 
DURATA DELLE GARE E SOSTITUZIONI
Le gare vengono disputate in tre frazioni di gioco (tempi), la cui durata dipende dalla categoria o fascia d’età di riferimento, in particolare:
 
·        Piccoli Amici: per le partite (a 2, a 3, a 4 o a 5 giocatori per squadra) si raccomanda una durata dei tempi di gioco di 10’ (massimo 3 tempi), alternati a giochi e attività ludica con e senza palla;
·        Pulcini: 3 tempi da 15’ ciascuno;
·        Esordienti: 3 tempi da 20’ ciascuno.
 
ARBITRAGGIO DELLE GARE
Nelle categorie Pulcini ed Esordienti, per l’arbitraggio delle gare si deve ricorrere a:
 
·         Tecnici: a tal proposito potranno essere utilizzate una delle seguenti formule:
-           Tecnici della società ospitante
-           Tecnici della società ospitata
-           Arbitraggio di un tempo ciascuno da parte dei tecnici di entrambe le squadre ed un tempo con formula    dell’autoarbitraggio
 
·         Calciatori della categoria Allievi e Juniores tesserati per la stessa Società
 
·         Dirigenti, solo se appositamente istruiti al riguardo a seguito di un Corso sul Regolamento di Giuoco tenuto dalla FIGC
 
·         Autoarbitraggio
 
“GREEN CARD”
Nelle categorie di base dei Pulcini e degli Esordienti, coloro che vengono preposti alla direzione delle gare potranno utilizzare la cosiddetta “Green Card”, il cartellino verde che premia i giovani calciatori che si rendano protagonisti di particolari gesti di “Fair Play” (Gioco Giusto) o di “Good Play” (Gioco Buono).
In sostanza gesti di significativa sportività nei confronti degli avversari, dell’arbitro, del pubblico e dei compagni di gioco o apprezzabili gesti tecnici. Solo i casi di particolare Fair Play (Gioco Giusto) dovranno essere segnalati alla Delegazione competente per territorio, che provvederà alla più opportuna divulgazione, informando inoltre il Settore Giovanile e Scolastico che ne assicurerà la pubblicazione sul proprio sito internet.
Il numero di “Green Card” ottenute grazie ai particolari casi di “Fair Play”, motivati e avallati da entrambi i dirigenti e i tecnici delle due squadre, concorrerà, al pari degli altri indicatori, a determinare la graduatoria di merito di entrambe le categorie.
 
SALUTI
I dirigenti e i tecnici delle Società interessate dovranno sollecitare, sia all’inizio che alla fine di ogni confronto, i partecipanti alla gara a salutarsi fra loro, stringendosi la mano.
 
“TERZO TEMPO FAIR PLAY”
Il Settore Giovanile e Scolastico raccomanda a tutte le società che svolgono attività nelle categorie di base, a partire dalla categoria Piccoli Amici, ma soprattutto nelle categorie Pulcini ed Esordienti, di prevedere, al termine dei confronti che vedono protagonisti i bambini/e di due o più squadre, l’organizzazione di un “tempo supplementare” denominato “FAIR PLAY”, in cui le società e famiglie mettono a disposizione dei/delle partecipanti una merenda da condividere tra loro, allargando naturalmente l’invito anche a tecnici, dirigenti e genitori delle squadre coinvolte.
In questo modo, riprendendo usi propri anche di altre discipline sportive, come ad esempio il rugby, il Settore Giovanile e Scolastico intende sempre più diffondere il concetto della sana competizione sportiva, che si esalta attraverso elevati valori d’ordine etico e sociale. Ci si augura, naturalmente, che tale raccomandazione possa trovare accoglienza anche per le altre categorie giovanili.
Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Novembre 2010 15:51